Cosa significa Accatastare un Immobile

26.04.2019 13:03

Accatastare un fabbricato nel Nuovo Catasto Edilizio Urbano significa iscrivere l'immobile nella banca dati dell'Agenzia del Territorio, ed è un adempimento obbligatorio da parte dei titolari degli stessi.

Con l'accatastamento ogni immobile viene censito nel rispettivo Comune censuario, suddivisi per Fogli di Mappa, Particelle e Subalterni, ma lo scopo finale è quello di attribuire a ciascuna Unità Immobiliare una Rendita Catastale, determinata in funzione di diversi aspetti, quali la Zona Censuaria, la Categoria di appartenenza e la Classe.

Le Categorie sono suddivise in Gruppi, ossia Immobili a destinazione Ordinaria (Gruppi A, B, C), a destinazione Speciale (Gruppo D), a destinazione Particolare (Gruppo E), altre destinazioni censibili nel Gruppo F (non soggette a Rendita Catastale):

Attraverso la rendita catastale vengono calcolate le varie imposte da versare, come ad esempio l'IMU, le Denunce di Successione, i rogiti notarili ecc.

Ma come si arriva alla attribuzione della Rendita Catastale, e quindi al perfezionamento dell'Accatastamento???

L'iter è piuttosto complesso da capire per chi non è del mestiere, infatti bisogna necessariamente avvalersi della figura di un Professionista abilitato (Geometra, Architetto, Ingegnere), perchè occorre predisporre una serie di elaborati tecnici che richiedono una preparazione professionale specifica , e perchè la trasmissione degli atti di aggiornamento deve essere effettuata esclusivamente per via telematica da soggetti iscritti in appositi Ordini/Albi professionali.

Le casistiche per eseguire un accatastamento possono essere diverse, ma nella linearità della procedura occorre innanzitutto partire dal Catasto Terreni.

Infatti, verificata la titolarità del terreno su cui insiste il fabbricato da accatastare, occorre eseguire un rilievo Topografico, con apposita strumentazione di misura, della sagoma del corpo di fabbrica.

I dati rilevati vengono quindi gestiti attraverso il software Pregeo dell'Agenzia delle Entrate, che consente la determinazione delle coordinate del fabbricato, e quindi la sua ubicazione all'interno della particella di terreno del titolare dell'immobile.

Espletato questo primo passaggio si predispongono le planimetrie delle singole unità immobiliari che compongono il fabbricato, ed i dati metrici vengono inseriti in un altro software (Doc.Fa), sempre dell'A.d.E., trasmessi dal professionista attraverso la piattaforma Sister per l'invio telematico.

Al termine di questi passaggi l'immobile risulterà inserito in mappa e censito nel Nuovo Catasto Edilizio Urbano mediante attribuzione di Foglio, particella, subalterno, e ovviamente Rendita Catastale.

Una volta iscritto in catasto, il fabbricato assume una propria identità, che deve comunque e sempre camminare di pari passo con la sua regolarità urbanistica. Ma questo è un altro argomento e ne parleremo in futuro.

Negli anni, le procedure sono state più volte adeguate, e sono tutt'ora in contunua evoluzione, ma in un futuro ormai imminenente si pensa di modificare i criteri per la determinazione della rendita catastale.

Capisci bene, quindi, che assumere un professionista specializzato in questo settore è di fondamentale importanza, per cui se vuoi approfondire l'argomento lascia i tuoi dati nel modulo qui accanto.

 

Seguimi su Facebook


 

Indietro

Modulo contatto Accatastamento

Contatti

Liccardo Fabio - Geometra
Viale dei Tulipani, 119
88100 CATANZARO

Tel. 0961-469154
Cell. 339-3024937

Geometra Fabio Liccardo © 2019

Powered by Webnode