La conformità Catastale

03.05.2019 08:59

Se devi stipulare un atto Notarile per il trasferimento della proprietà di un immobile, devi sapere che, con l'entrata in vigore del DL 78/2010, non è più sufficiente indicare semplicemente i dati catastali, ma è obbligatorio anche dichiarare la Conformità Catastale dell'immobile stesso.

Ma che cos'è la Conformità Catastale?

Detto in termini molto semplici, la Conformità Catastale consiste nel certificare che la planimetria di un immobile presente in Catasto sia conforme allo stato di fatto.

In caso di dichiarazioni non conformi, il rischio è quello di vedersi annullare l'atto.

Ecco quindi che la Conformità Catastale è oggi un elemento molto importante nella stipula di un atto pubblico, e richiede grande responsabilità da parte del venditore e del tecnico abilitato che ne attesta la conformità.

Tuttavia, tante persone sono convinte che sia sufficiente avere l'immobile accatastato per poterlo vendere tranquillamente, ma in realtà non è così.

E' molto importante, infatti, non conforndere la Conformità Catastale con la Conformità Urbanistica, in quanto mentre la prima fornisce una verifica planimetrica rispetto allo stato di fatto, la seconda attesta la regolarità dell'immobile rispetto ai Titoli Edilizi rilasciati.

Sono due elementi essenziali nella stipula di un rogito, e ovviamente devono camminare di pari passo.

In sostanza, lo stato di fatto deve corrispondere alla planimetria catastale, sia nella rappresentazione grafica che nella destinazione d'uso, e deve corrispondere anche con quanto dichiarato nella Concessione Edilizia rilasciata dagli uffici competenti.

Ad esempio, se hai un immobile catastalmente censito come abitazione, urbanisticamente deve essere stato concepito come abitazione, non può essere un ufficio.

Se hai un locale abito a Bar (quindi negozio) e risulta accatastato cone negozio, urbanisticamente non può essere, ad esempio, un magazzino. Deve essere un negozio.

Potrei proseguire con tanti altri esempi, ma credo di aver reso il concetto.

Ma cosa occorre fare, quindi, per poter vendere il proprio immobile senza problemi?

Semplice. Affidarsi a professionisti del settore in grado di verificare la conformità (catastale ed urbanistica) ed eventualmente svolgere le azioni necessarie per regolarizzare eventuali difformità, ove consentito.

Se hai necessità di avere una consulenza Catastale ed Urbanistica per un tuo immobile, inserisci i tuoi dati nel modulo qui accanto, oppure clicca questo link per andare sul mio sito web.

 

Indietro

FAQ: La conformità Catastale

  • In cosa consiste la Conformità Catastale?

    La conformità Catastale serve per certificare che la planimetria catastale di un immobile sia conforme con lo stato di fatto.

  • Come si certifica la Conformità Catastale?

    La Conformità Catastale è una dichiarazione che viene rilasciata da un professionista abilitato che attesta sotto la propria responsabilità che quanto descritto sulla planimetria catastale è conforme con lo stato di fatto.

  • Cosa occorre fare se la planimetria catastale non corrisponde con lo stato di fatto?

    Può capitare che la planimetria catastale riporti una situazione non conforme con lo stato attuale.

    In questo caso occorre incaricare un professionista affinchè presenti in catasto una nuova scheda planimetrica.

  • Qual'è la differenza tra Conformità Catastale ed Urbanistica?

    La conformità Catastale certifica la corrispondenza dello stato attuale con la scheda planimetrica presente in catasto, mentre la conformità Urbanistica certifica che l'immobile è in regola con le concessioni edilizie con cui è stato edificato.

    Conformità Catastale ed Urbanistica devo camminare di pari passo.

Contatto Conformità Catastale

Contatti

Liccardo Fabio - Geometra
Viale dei Tulipani, 119
88100 CATANZARO

Tel. 0961-469154
Cell. 339-3024937

Geometra Fabio Liccardo © 2019

Powered by Webnode