La Divisione Ereditaria

12.02.2020 18:12

Che cos’è la divisione ereditaria?

La divisione ereditaria è un atto che scioglie la comunione ereditaria, e attribuisce a ciascun erede la piena proprietà esclusiva dei beni assegnati.

La divisione ereditaria può essere di tre tipi:

  • Amichevole (o volontaria) quando i coeredi raggiungono un accordo sulla assegnazione delle rispettive quote e stipulano un atto di divisione in modo consensuale;
  • Giudiziale, quando le parti non raggiungono un accordo e si rivolgono ad un Tribunale. In tal caso lo scioglimento avviene mediante sentenza del Giudice;
  • Testamentaria, quando viene stabilita direttamente dal “testatore” che divide i suoi ai propri eredi mediante testamento prima della sua morte.

In cosa consiste!

Senza ombra di dubbio, la tipologia di divisione ereditaria che preferisco è quella “Amichevole”, perché alla fine sono tutti felici e contenti.

La prima cosa da fare è quella di affidarsi ad un tecnico professionista qualificato, che avrà il compito di:

- costituire la massa ereditaria, ossia identificare tutti i beni in oggetto e procedere allo loro stima;

- Individuare le quote da attribuire a ciascun coerede, calcolando eventuali conguagli in denaro al fine di ripartire equamente il valore della massa ereditaria. 

In questa seconda fase capita molto spesso di dover frazionare gli immobili oggetto di divisione, e qui bisogna considerare alcuni aspetti:

  • Se l’immobile da dividere è un terreno lo si può frazionare in parti uguali, ma non sempre i lotti generati hanno lo stesso valore economico. Può accadere, ad esempio, che in alcuni lotti vi siano degli alberi, o che gli stessi abbiano una posizione migliore rispetti ad altri. In tal caso, si possono considerare i rispettivi valori e procedere con un conguaglio;
  • Se l’immobile da dividere è, ad esempio, un appartamento di 90 mq, risulta impossibile frazionarlo in più parti. In tal caso si può optare per il riscatto dell’immobile da parte di uno degli eredi con ripartizione della residua quota agli altri interessati. Oppure si può vendere l’appartamento ad una terza persona e dividere gli utili tra tutti gli eredi.

Stabiliti quindi questi aspetti, la divisione ereditaria di formalizza presso uno studio notarile, che assegnerà a ciascun erede la rispettiva quota spettante mediante un atto di divisione.

Ma se dovesse venire meno le volontà di procedere ad una Divisione Amichevole, ci si ritrova a dover rivendicare i propri diritti in una aula di Tribunale davanti ad un Giudice.

In tale caso viene nominato un Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU) che avrà il compito di valutare la massa ereditaria, suddividere le quote fra gli eredi, eseguire i frazionamenti necessari e calcolare eventuali conguagli in denaro.

Sarà il Giudice a stabile la divisione, che, avvalendosi della informazioni fornite dal CTU, decreterà la sua sentenza.

 

Se hai trovato utile questo articolo, o se ti è piaciuto, lasciami un like oppure condividilo.

TORNA ALLA HOME PAGE

Indietro

Blog

Tutti gli articoli

Oggetti: 1 - 10 di 13
1 | 2 >>

Contatti

Liccardo Fabio - Geometra

Office: 0961.469154
Mobile: 339.3024937

Geometra Fabio Liccardo © 2020

Crea un sito web gratisWebnode